Cosa Collezionare

Oggetti da Collezionare

Veniamo alle collezioni sicuramente più comuni: le schede telefoniche sono quelle carte che venivano utilizzate per effettuare le chiamate dalla cabina telefonica pubblica.

Utili e poco ingombrante, se una volta non veniva restituita al termine della conversazione in seguito molti si cimentarono nella loro collezione con la possibilità di ricevere un grosso ricavo negli anni futuri. Ciò perché, se rare, valgono più di quanto possiate immaginare.

Si collezionano nuove oppure usate, dividendole per figurate (tematiche, pubblicitarie o commemorative), per omaggio-private, prototipi e ordinarie.

Collezionare schede telefoniche è una passione che coinvolge anche i più giovani tant'è che essi rappresentano il trenta per cento dei collezionisti.

Si fa presto a collezionare anche le cartoline: si passa da quelle geografiche a quelle militari, pubblicitarie, ironiche e storiche che possono essere pagate cifre molto elevate.

Si collezionano bambole da tempi assai remoti nei loro diversi materiali (porcellana, cera, cartapesta tra i più comuni), rappresentanti corpi di fanciulle in abiti e volti ben curati.

Per rimanere sullo stesso tema, chi non ha mai collezionato giocattoli del passato anche solo per ricordare i tempi che furono?

In genere sono i soldatini a spopolare così come le automobili giocattolo, ma non mancano certo giocattoli in legno, trenini di latta, burattini e costruzioni in metallo.

Costituiscono la base del collezionismo, quegli oggetti facili da trovare e da collezionare.

Più sono rari, invece, più sarà alta la spesa da affrontare per far propri tali oggetti.